• La libertà si estende solo fino ai limiti della nostra coscienza. Carl Gustav Jung.

Valorizzazione dello specifico contributo dello psicologo "esperto" in psicologia giuridica

Valorizzazione dello specifico contributo dello psicologo "esperto" in psicologia giuridica

Premessa

La psicologia, un sapere straordinariamente vasto, oggi occupa un posto centrale tra le varie discipline che si possono suddividere in tre aree, ovvero le scienze naturali, le scienze sociali, e le discipline umanistiche. Possiamo asserire che la psicologia si trova esattamente al centro delle tre aree, ossia tramite le sue connessioni all’area delle discipline naturalistiche per i forti legami con la biologia, con la psicologia fisiologica e le neuroscienze, dal versante delle scienze sociali è strettamente collegata alla sociologia e all’antropologia attraverso la psicologia sociale e la psicologia culturale, oltre a connettere le scienze naturali a quelle sociali, la psicologia è collegata alle discipline umanistiche grazie al suo interesse per il modo in cui le persone producono e comprendono il linguaggio, la filosofia, l’arte e la musica.
La psicologia giuridica è una disciplina che applica la psicologia clinica, sociale, culturale e recentemente la neuropsicologia all’ambito legale.
Lo psicologo “esperto” in psicologia giuridica chiamato dai giuristi a fornire una valutazione in ambito giudiziario e forense, oltre ad avere un livello adeguato di preparazione professionale, è necessario che non operi discriminazioni in base a religione, etnia, nazionalità, estrazione sociale, stato socio-economico, sesso di appartenenza, orientamento sessuale, disabilità, qualunque sia la posizione del soggetto esaminato, (per esempio in ambito penale può essere vittima, ma anche carnefice), al fine di perseguire il diritto al giusto processo, uno dei diritti fondamentali di tutti gli esseri umani.
Il progetto prevede l’attivazione di un gruppo di lavoro (GDL), di alto profilo interdisciplinare, che abbia lo scopo di valorizzare e promuovere le specifiche competenze dello psicologo “esperto” applicate ai diversi ambiti della psicologia giuridica, ovvero, forense, penitenziaria, rieducativa, criminale, giudiziaria, legale e legislativa.

Obiettivi generali e specifici

  1. Studio di fattibilità della stesura di un elenco degli psicologi “esperti” in psicologia giuridica per dare una collocazione alla figura dello psicologo “esperto” in psicologia giuridica. Individuazione dei requisiti minimi necessari per l’inclusione all’eventuale elenco (nel rispetto della Delibera Ordine Psicologi Veneto, 2012 e delle Linee-Guida “Requisiti minimi per l’inserimento negli elenchi degli esperti e degli ausiliari dei Giudici presso i Tribunali”, C.N.O.P.).
  2. Analisi su possibili indicazioni in materia di costo delle specifiche prestazioni professionali dello psicologo “esperto” in psicologia giuridica.
  3. Individuazione dei criteri di esperienza e/o formazione continua nell’ambito della psicologia giuridica, nel rispetto degli artt. 2, 3 e 5 del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani e delle Linee-Guida già esistenti.
  4. Promozione di eventi informativi e formativi sui temi di interesse della psicologia giuridica ed in particolare la formazione in psicodiagnostica nelle diverse applicazioni della psicologia forense, penitenziaria, rieducativa, che permetta di acquisire conoscenze teorico-pratiche e competenze applicative delle metodologie e degli strumenti adeguati allo specifico contesto, nell’osservanza delle line-guida forensi.
  5. Promozione nell’ambito della formazione continua forense affidata in materia di organizzazione e vigilanza ai Consigli dell’ordine degli avvocati e ai Consigli dell’ordine dei medici (area medicina legale), il tema della psicologia forense per promuovere e valorizzare il ruolo dello psicologo “esperto” giuridico e forense, ossia interventi presso gli eventi formativi rivolti agli avvocati ed ai medici legali, per sensibilizzare e informare del possibile e specifico contributo che lo psicologo “esperto” giuridico e forense può dare nei differenti ambiti: penale, civile e minorile, ai fini della valutazione giudiziaria.
  6. 6.       Valutazione delle possibilità e delle modalità per l’inserimento di due psicologi “esperti” presso le commissioni regionali di selezione aspiranti esperti in psicologia e criminologia clinica (art. 80, quarto comma, legge 26.07.1975, n. 354 e art. 120 del D.P.R. 29.04.1976, nr. 431, modificato all’art. 12 del D.P.R. 24.05.1977, nr. 339) indette dal Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Provveditorato Regionale per il Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.
  7. Redazione di un documento ufficiale, aggiornato, contenente elementi etici e deontologici in sintonia con le Linee-Guida “Elementi Etici e Deontologici per lo Psicologo Penitenziario: Considerazioni e contributi per l’operatività professionale” redatte dal C.N.O.P..
  8. Proporre al Consiglio iniziative culturali per promuovere informazione, sensibilizzazione e divulgazione presso i Tribunali, i Consigli dell’ordine degli avvocati e i Consigli dell’ordine dei medici (area medicina legale), anche attraverso la predisposizione di documenti ufficiali, circa il lavoro svolto dal G.D.L.
  9. Proporre al Consiglio iniziative per divulgare il lavoro svolto dal G.D.L. agli iscritti.

Metodologie e strumenti generali

Sulla base degli obiettivi fissati, il G.D.L. opererà attraverso il coordinatore interno e l’eventuale nomina di un referente esterno, in accordo con il Consiglio dell’Ordine e nell’osservanza del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, e delle Linee-Guida forensi e curerà l’aggiornamento periodico circa lo svolgimento dei lavori.
Si prevedono riunioni e l’utilizzo delle email (mailing-list GDLPsGiuridica) per comunicazioni ed eventuali confronti.

Tempi

La durata del G.D.L. prevista è annuale, eventualmente rinnovabile.

Indicatori di Processo

Condivisione e confronto con gli Ordini Regionale e Nazionale sui temi della valorizzazione della figura dello psicologo giuridico.
Promozione di iniziative e campagne pubblicitarie per una corretta informazione e diffusione della figura dello psicologo giuridico.

Indicatori di Risultato

Realizzazione delle attività indicate dagli obiettivi determinati. Produzione documenti online.
Convegno per divulgare il lavoro svolto dal G.D.L. agli iscritti.

Partecipanti

Esperti in psicologia giuridica, criminologia e scienze giuridiche, con esperienza pluriennale in questo settore.