• La libertà si estende solo fino ai limiti della nostra coscienza. Carl Gustav Jung.

Professionisti esperti in DSA

Professionisti esperti in DSA

Premessa

Si stima l’incidenza dei Disturbi Evolutivi Specifici dell’Apprendimento (DSA) mediamente attorno al 3-4% a seconda dell’età (Barbiero et al., 2011); in altre nazioni come l’Inghilterra il dato è ancora più elevato, e si aggira attorno al 7 %. Questo indicherebbe che in media possiamo aspettarci la presenza di un alunno per classe con queste difficoltà.

L’avanzamento delle conoscenze in questo ambito e la letteratura scientifica prodotta negli ultimi decenni, permette oggi di poter condividere la definizione e la classificazione dei DSA anche tra professionisti e/o specialisti di diversa formazione, di effettuare una diagnosi in modo accurato e con una metodologia univoca, di realizzare trattamenti mirati, nonché di poter disporre di psicologi ed altri operatori che operano nel campo con competenze specifiche.

Un Gruppo di Lavoro attivo presso l’Ordine degli Psicologi del Veneto in collaborazione con AIRIPA (2011-2012) aveva proposto dei criteri utili a qualificare e valorizzare il professionista esperto in DSA, concretizzati poi nel Recepimento Accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012.

Allo stato attuale, tuttavia, esistono numerose difformità regionali sulla declinazione dei criteri e sulle soluzioni previste che confermano un’ampia possibilità interpretativa delle normative esistenti. In particolare, l’interpretazione della normativa in Veneto in materia di DSA e le successive delibere sembrano non aver snellito la procedura di individuazione di strutture e professionisti.

Obiettivi del gruppo di lavoro

Gli obiettivi che il gruppo di lavoro si propone sono i seguenti:

  1. Monitoraggio dei professionisti privati che lavorano nell’ambito dei DSA.
  2. Monitoraggio della normativa regionale nell’ambito dei DSA.
  3. Studio dei criteri stabiliti secondo L.R. n. 22 del 16 agosto 2002 e modificati per ambulatori specialistici secondo DGR 3148 del 09/10/2007) e specifici per psicologi DGR n. 587 del 10/03/2009) e possibile proposta di declinazione per il Servizio di Accreditamento per gli studi di psicologi dato che all’epoca non era presente l’accreditamento ai soli fini della diagnosi di DSA.
  4. Formulazione di eventuali iniziative di accompagnamento per i soci che devono presentare domanda di Accreditamento.
  5. Attivazione di reti di confronto con l’Università, le istituzioni pubbliche, l’ufficio scolastico regionale, le categorie mediche e con altre categorie professionali.
  6. Creare una rete e/o contatti fra il Gruppo di Lavoro Professionisti esperti di DSA dell’Ordine con altri Ordini Regionali e con l’ordine nazionale.

Tempi

Da novembre 2014 a novembre 2015, rinnovabile.

Modalità

  1. Incontro iniziale di condivisione delle informazioni, obiettivi di lavoro e definizione di eventuali ruoli specifici;
  2. produzione di testi scritti destinati ai soci, ai media e a categorie professionali/associazioni;
  3. programmazione di incontri in aggiornamento/informazione per i soci e/o altre categorie/enti coinvolti.

Indicatori di Processo

  1. Riunioni del gruppo ogni 30 giorni, eventualmente ogni 20 in caso di necessità contingenti;
  2. scambio telematico di informazioni e riflessioni;
  3. raccolta delle richieste giunte alla segreteria dell’ordine o dell’AIRIPA e individuazione delle problematiche più ricorrenti evidenziate dai soci;
  4. entro la terza riunione fissare gli incontri di aggiornamento/informazione per i soci e/o altre categorie/enti coinvolti e stabilire la necessità di uno sportello per chiarire ai soci che ne fanno richiesta le procedure dell’accreditamento;
  5. aggiornamento telematico costante per i soci riguardanti le procedure a livello regionale.

Indicatori di Risultato

  1. Realizzazione di eventi formativi o aggregativi.
  2. Produzione di comunicazioni mediatiche e di testi.
  3. Numero di enti, reti di confronto e assoc