• La libertà si estende solo fino ai limiti della nostra coscienza. Carl Gustav Jung.

Formazione

Formazione

NOTA IN MERITO A OBBLIGO FORMATIVO ECM

Care colleghe e cari colleghi.
In merito al tema dell'obbligo ECM per chi opera solo in regime di libera professione o per chi è iscritto all'Albo ma non esercita affatto, la questione è purtroppo complessa.

Il Legislatore (Dpr n. 137/2012) ha previsto un obbligo strutturato di Formazione Continua (del resto previsto anche nel nostro Codice Deontologico, cui ogni professionista è sempre tenuto), che interesserà tutti gli psicologi a seguito dell’entrata in vigore di uno specifico Regolamento nazionale da prodursi a cura del CNOP, di cui siamo in paziente attesa da anni e che assume già ora forma di ECM per chi lavora a qualsiasi titolo con la sanità pubblica o privata convenzionata.

Come molti sanno, lo scorso 10 giugno la Commissione Nazionale per la Formazione Continua ha “esteso” a tutti i professionisti iscritti all’Albo, a prescindere dal contesto lavorativo o addirittura dal concreto esercizio dell’attività, l’obbligo di conseguire la formazione continua sotto forma di crediti ECM a decorrere dal triennio formativo 2020-2022.
Presupposto di tale estensione sarebbe la definitiva inclusione della figura dello psicologo nel novero delle professioni sanitarie, a seguito della Legge n. 3/2018.

Vi è al contempo una interpretazione che ritiene la Commissione sopra citata non avere competenza formale per deliberare in proposito (e pertanto attualmente la Delibera risulta impugnata dall'Ordine Lazio dinanzi al TAR).

Tralasciando le valutazioni in merito a questa complicata questione, per la massima vicinanza e collaborazione che il nostro Ordine Regionale cerca di esprimere alle iscritte e gli iscritti consigliamo queste valutazioni:

- volendo prudenzialmente considerare valevole la delibera della Commissione, resta assodato che se l'obbligo viene esplicitato nella stessa partire dal triennio 2020-22, nessun obbligo in tal senso era in capo al professionista che non ne fosse espressamente tenuto (dipendenti o convenzionati SSN) nel triennio precedente;

- nessuna verifica o sanzione potrebbe essere in ogni caso effettuata prima della fine del triennio, quindi a partire dal 2023.

- per l'Anno 2020, a causa della pandemia, è stato stabilito un esonero di 50 crediti per il triennio 2020-2022;

- si ricorda la possibilità di conseguire ECM in autoformazione per un quinto del totale.

Nel frattempo, l'Ordine Veneto sta organizzando un ampio e accreditato progetto formativo on-line, in modo che la nostra comunità sia comunque agevolata nel mantenersi aggiornata ed in regola con un eventuale obbligo, senza costi aggiuntivi.

Vi invitiamo pertanto a tenere monitorate le newsletter, il sito (sezione NEWS) e tutti i nostri canali di comunicazione in merito ai prossimi eventi formativi e ad eventuali aggiornamenti legislativi o amministrativi.