Cara Collega, caro Collega,
il Tavolo di Lavoro “Un welfare per il minori”, a cui il nostro Ordine ha aderito fin dalla sua istituzione, ha elaborato dei materiali in vista della quinta giornata regionale contro il maltrattamento all’infanzia e all’adolescenza che si celebra il 15 maggio.
Cliccando qui puoi trovare il manifesto della giornata e cliccando qui le istruzioni per partecipare.
E’ necessario unire gli sforzi per dare evidenza ad un processo di depotenziamento del sistema di tutela dell’infanzia causato da un disinvestimento a più livelli che tocca e toccherà sempre più i nostri bambini e ragazzi, le famiglie e gli Enti locali che si dovranno fare carico di situazioni di grave maltrattamento e disagio.
Queste sono le azioni che come singolo professionista, cittadino o organizzazione puoi mettere in campo per dare il tuo contributo:
1. Aderisci al manifesto, firmando come singolo cittadino o come organizzazione su http://chng.it/jc55thK2pQ.
2. Scarica il manifesto, stampalo e/o diffondilo via email ai tuoi contatti o agli aderenti della tua organizzazione. Lo trovi su
https://www.unwelfareperiminori.org/materiali/
3. Metti un Mi piace alla pagina facebook del tavolo, sosterrai tutte le iniziative e la diffusione dei contenuti: https://www.facebook.com/unwelfareperiminori/.
4. Hai in programma un’iniziativa e vuoi sostenere la campagna 2019? Vuoi realizzare un’iniziativa nel mese di maggio? In entrambi i casi puoi sostenere le azioni del tavolo semplicemente inserendo il logo nella locandina, nei dépliant o nella comunicazione sui social. Poi invia il materiale a welfareperiminori@gmail.com. Scatta delle foto, dei piccoli filmati, poi inviaceli: ne daremo visibilità. Trovi tutte le istruzioni su https://www.unwelfareperiminori.org/materiali/.
5. Richiedi la spilletta, indossala dal 15 maggio, scatta una foto e inviacela.
Come Ordine degli Psicologi del Veneto sottolineiamo la necessità della piena attuazione degli interventi psicologici di prevenzione e di cura dei minori in situazioni di sofferenza, disagio e disabilità.  Ricordiamo che il Ministero della Salute nei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza prevede come diritto anche gli interventi psicosociali di sostegno ai genitori sia nelle varie fasi del ciclo di vita familiare che nei momenti di particolare criticità.
Dobbiamo però guardare in faccia la realtà: oggi il lavoro integrato sui membri del nucleo familiare non è attuabile nei servizi territoriali della nostra Regione (Consultori Familiare, Servizi Età Evolutiva, Ser.D) per la grave carenza di organico, in particolare di psicologi e psicoterapeuti.
Ti saluto e ti auguro buon lavoro.

Il Presidente
Alessandro De Carlo